La Chiesa si rinnova?





La chiesa si rinnova
di Gaber - Luporini
1995 © P. A. - Versione 2

Il mondo ha fretta continua a cambiare
chi vuol restare a galla si deve aggiornare.
Anche la chiesa che sembra non si muova
ogni tanto ci ripensa e ne inventa una nuova.

E dimostrando un notevole tempismo
ha già tirato fuori un nuovo catechismo.
Dove tutto è più aggiornato, dove tutto è più moderno
e anche a vincere un appalto si rischia l'inferno.

Dov'è condannata ogni forma di magia
ma è un grande peccato anche l'astrologia.
Dove il senso di giustizia è ancora più forte
e talvolta è anche gradita la pena di morte.

E la chiesa si rinnova per la nuova società
e la chiesa si rinnova per salvar l'umanità.

In questo clima di sgomento per il popolo italiano
viene fuori l'acutezza del pensiero vaticano.
E tutti hanno capito che il Papa era un genio
quando ha detto che la mafia è figlia del demonio.

Ma quello che spaventa è il coraggio della CEI
che ha già riabilitato Galileo Galilei.
E adesso se divorzi ti puoi anche risposare
a patto che stai buono e non ti metti a scopare.

Ma il nuovo sacramento per essere senza macchia
va fatto di nascosto e in un'altra parrocchia.

E la chiesa si rinnova per la nuova società
e la chiesa si rinnova per salvar l'umanità.

Da oggi il praticante ha un'altra prospettiva
più allegra e disinvolta direi quasi alternativa
la pillola per ora non può essere accettata
ma è ammessa se prevedi di esser violentata.

E piuttosto che fare uso dei preservativi
è meglio diventare tutti sieropositivi.
E va bene i militari, e va bene i dottori
adesso abbiamo anche i farmacisti obiettori.

D'altronde per la chiesa l'ideale è l'astinenza
che è un po' come l'invito all'autosufficienza.

E la chiesa si rinnova per la nuova società
e la chiesa si rinnova per salvar l'umanità.

Da Roma il Santo Padre ci invia il suo messaggio
è lì ogni domenica a parte quando è in viaggio.
Lui voleva andare in Bosnia l'aveva stra-annunciato
ma all'ultimo momento c'ha un po' ripensato.

Perché l'uomo è santo e pio ma è anche molto scaltro
lui lo sa che morto un Papa se ne fa subito un altro.
E allora ha scritto un libro che è diventato un grosso evento
sarà anche un po' acciaccato ma non sta fermo un momento.

Per il suo decisionismo si può dire, senza offesa
che papa Woitila è il Berlusconi della chiesa.
Una chiesa sempre all'erta, che combatte, fa scintille
e per questo è giusto darle un bell'otto per mille.
Anche se i traffici loschi della Santa Sede
sono parte integrante dei misteri della fede.

E la chiesa si rinnova per la nuova società
e la chiesa si rinnova per salvar l'umanità.


___________________________
Nota personale:

Non sono diventato pazzo all'improvviso. Mi sono divertito a vedere Giorgio Gaber nel 1994-95 in teatro a cantare questa canzone rivisitata per i tempi di allora. Che c'entra con la mistica? Forse nulla, se si pensa alla mistica pura di Vannini, ma la mia concezione è più terrena, per quanto lo sguardo sia rivolto (intenzionalmente) al Cielo. Io credo che ogni persona, istituzione, organizzazione debba abbandonare le proprie certezze, le proprie prerogative se veramente vuol vivere nella Verità, se vuol vivere la Verità. Abbandonare, lasciare, allontanarsi, privarsi... si tratta di un unico atteggiamento che vuol dare credito solo alla Verità, che supera e toglie ogni alterità. L'invito è per tutti di scrollarsi di dosso ogni retaggio della propria cultura e del proprio sapere, sciogliere ogni relativo nell'Assoluto che tutto contiene e annegare la propria goccia nel mare di Dio. Che sia io, la mia personalità, il gruppo ristretto o la chiesa poco importa: importante è che si faccia....