Quando il mio cuore è duro


Quando il mio cuore è duro e inaridito
scendi come una pioggia di misericordia.
Quando la grazia è perduta nella vita
vieni come un improvviso
scoppio di canti.

Quando il lavoro tumultuoso
da ogni parte leva il suo fragore
escludendomi dall'al di là,
scendi, signore del silenzio,
con la tua pace e il tuo riposo.

Quando il mio misero cuore
siede in disparte come un mendicante,
spalanca la porta, mio re,
e fa il tuo ingresso trionfale.

Quando le passioni acciecano la mente
con polvere e con delusione
o tu Santo, o tu Desto,
vieni con folgori e tuoni.

(Rabindranath Tagore, dalla raccolta Gitanjali, n. XXXIX, in "Poesie", Newton Compton, Roma 2007)
______________
Nota personale:

L'Autore indiano Rabindranath Thakur (Tagore, 1861-1941) ha scritto stupende poesie che definirei mistiche. Consiglio la sua lettura per poter riempire l'eventuale spazio vuoto delle nostre coscienze con una luce di bellezza e una profondità di spirito infinita.